L’uomo perfetto

Adriano Celentano

Ma un giomo di lunedì capirai
che finirà la storia…

la storia di questo mondo
che cominciò in una valle.
Ouel giorno quando l’uomo fu inventato era un uomo perfetto

e era uno bellissimo
stupendo come chi lo creò.

Passeggiava e saltellava nel creato
che per lui era in festa

in un’eterna primavera dove il sole non tramonta mai.
E tutti gli animali
tutti gli animali poi giocavan con lui.
E nei limpidi ruscelli nuotavano d’argento
i pesci insieme a lui.

Poi lui col suo cavallo bianco cavalcava tra le valli dorate
sfrecciando fra i colori indescrivibili dipinti dal sole
che scolpivano nell’aria il suo bel corpo
e lo tingevan d’aurora
e la natura
che splendeva rispecchiava la sua forza in lui.

E nel ventre di una donna lui la rigenerava in un grande amor
e da questo grande amore incominciò

la storia dentro il ventre suo.
E lei che fu la prima
che nessuna come lei
fu così bella in tutti i tempi
fu proprio dal suo ventre che sgorgarono

tutti quanti i popoli.
Ma è una fonte che
che sta per finire

che sta proprio per finire.
Oramai non c’è più amor
oramai non c’è più amor
non c’è piu amor !

L’aria è diventata irrespirabile
e qui regna solo l’indifferenza
che è peggiore e piu mortale di qualsiasi bomba atomica.
E nelle vostre vene scorre l’infezione di quest’aria ormai
che distrugge i sentimenti lasciandovi
nel petto un cuore arido.

E il seme della vita
che avete dentro
il vostro vecchio corpo

è quasi morto
e presto lo vedrete

che uscirà da voi sopra un carro funebre
E nel ventre suo più voi non potrete

generare i vostri figli perche dentro di voi.
Oramai non c’è piu amor
non c’è piu amor!

Annunci