Il guerriero della luce non dimentica mai il vecchio detto: "il buon capretto non strepita".
Le ingiustizie accadono. Tutti sono coinvolti in situazioni che non meritano, generalmente quando non possono difendersi. Molte volte la sconfitta bussa alla porta del guerriero.
In quei momenti, egi rimane in silenzio. Non spreca energia con le parole, perchè le parole non possono fare niente. E’ meglio usare le forze per resistere e pazientare, sapendo che Qualcuno sta guardando. Qualcuno che ha visto l’ingiusta sofferenza, e non vi si rassegna.
Questo Qualcuno da al guerriero ciò di cui ha bisogno: il tempo. Prima o poi tutto tornerà a lavorare a suo favore.
Un guerriero della luce è saggio. Non commenta le sue sconfitte.
scrivicar();

PAULO COELHO – tratto da MANUALE DEL GUERRIERO DELLA LUCE

 

Annunci