La mia amica
Sto in compagnia della mia tristezza.
Non mi abbandona mai, ormai mi è amica.
La trovo la sera quando son sola
sto sulla poltrona, è seduta con me.
Al mattino mi sveglio e lei è lì, tra le lenzuola.
Mi sta vicino, mi accompagna nel tragitto
dal bagno all’ufficio,
con me beve un caffè, fa pausa pranzo,
al telefono, al computer,
come un soprammobile è sempre là
mi aspetta al varco,
sa che basta niente e lei mi prende.
Amica impertinente
perché tanta confidenza?

Nadia Borean

Annunci