L’articolo 36 della Costituzione italiana, al primo comma, prevede:
"il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionale alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa".

…perchè il settore delle pulizie nella mia città, allora, si ritrova con persone che devono lavorare con contratti di due ore massimo tre (se ti va bene)…con contratti a termine (c’è da evidenziarlo)…e per racimolare altre ore deve girare per tutta Roma con spreco, conseguentemente, di benzina (se hai a macchina…perdita di tempo con i mezzi se non ce l’hai)..? E, oltretutto allarmare con altri tagli e riduzioni assurde i lavoratori?

…e se si cerca di non distruggere questo settore frammentando così le ore, soprattutto in quei posti che dopo ti richiedono un sacco di ore straordinarie? O ripassi nei locali? (ma come? Non servono altre persone!!! Va bene così!!!)

Annunci