A Massenzio torna il Festival Letterature
"Una grandissima parte di quello che noi chiamiamo naturale, non è; anzi è piuttosto artificiale", così scriveva Giacomo Leopardi nelle sue Operette Morali E su questa apparente antinomia tra naturale vs artificiale, si svolgerà dal 18 maggio al 22 giugno la quinta edizione del Festival Letterature alla Basilica di Massenzio.

Grandi nomi della letteratura mondiale si alterneranno per 10 serate nella straordinaria cornice della Basilica per un evento ormai irrinunciabile tra quanti, romani e non, amano i libri e la lettura. Confermata la formula che ha decretato il successo del festival negli scorsi anni (circa 40.000 persone per ogni edizione). Ogni autore proporrà al pubblico un testo inedito scritto per il Festival sulla base del tema indicato accompagnatio dal commento musicale di affermati musicisti. Prima dei reading attori italiani di cinema e teatro presenteranno gli autori leggendo brani tratti dalle loro opere.

Sarà lo scrittore americano John Irving, venuto alla ribalta nel 1978 con ”Il mondo secondo Garp”, il protagonista della serata d’apertura in programma il 18 maggio; premio Oscar nel 2000 per la migliore sceneggiatura con ”La casa del sidro”, lo scrittore renderà omaggio al rapporto tra letteratura e cinema. Insieme a lui sul palco ci sarà Silvio Orlando.
Il 25 maggio la prima "serata italiana", con Isabella Santacroce accompagnata da Gianna Nannini in un appuntamento che si preannuncia come un incontro forte e creativo tra scrittura e musica.
Il 30 maggio , sarà la volta di Nadine Gordimer, scrittrice Premio Nobel nel 1991 da sempre impegnata nella lotta contro l’apartheid.
Protagonisti del reading del 6 giugno saranno due narratori della memoria e di storie intrise di tensione civile e religiosa: Erri De Luca e Javier Ce’rcas.
Susanna Tamaro , accompagnata da Grazia De Michele in un concerto di musica e parole, sarà sul palco di Massenzio l’8 giugno; nella stessa serata, il festival proporrà anche la lettura di Rosa Cismeros.
Sandro Veronesi, fondatore della casa editrice Fandango, dividerà il 13 giugno la sua serata con Richard Ford, scrittore di un’America alienata e senza pace.
Il 15 giugno sarà la volta di Arturo Pe’rez-Reverte e Alan Hollinghurst , scrittore inglese considerato la voce più importante della letteratura gay.
Il giorno dopo, 16 giugno , finalmente in Italia e a Roma Dave Eggers uno degli autori americani più ammirati ed imitatii. Con lui sul palco Alessandro Baricco, che al pari di Eggers nel mondo angloamericano, è stato uno dei protagonisti in Italia del rinnovamento e dello svecchiamento della narrativa.
Il 20 giugno Elisabetta Rasy sarà protagonista di una serata multiculturale con Zadie Smith, giovane scrittrice londinese di padre inglese e madre giamaicana, considerata come una delle autrici contemporanee più ricche di talento.
Il 22 giugno protagonista della serata conclusiva sarà il Premio Nobel Josè Saramago , il grande scrittore portoghese autore di capolavori quali Memoriale del Convento, L’anno della morte di Riccardo Reis, L’assedio di Lisbona e Cecità sarà accompagnato da Massimo Popolizio.

Vi ricordiamo che le serate iniziano alle 21,00 e sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti (il botteghino dove è possibile ritirare i biglietti la sera stessa apre dalle 19.30).

Info
06 82059127;
www.festivaldelleletterature.it

(by informagiovani.it)

Annunci