Oggi ho avuto una discussione con una mia amica…in realtà non avrei voluto e se non fosse stato che in mezzo, indirettamente, si fossero intromesse terze persone la cosa mi avrebbe dato meno fastidio…forse perchè dagli amici si accetta quasi tutto, da un’estraneo, seppure un bel ragazzo, la cosa diventa pesante…e perciò ho trovato inopportuno il suo intervento anche perchè di fronte a me non ha detto proprio quello che poi ha affermato alla mia amica…

il tutto è iniziato per la scelta della (non so nemmeno se ci arrivo @__@) facoltà da scegliere dopo il diploma (non so nemmeno se ci riesco ^^’)…lei è da tempo che consiglia FISIOTERAPIA io di contro mi sento ispirata da ECONOMIA…il problema mio è che su questo punto sono abbastanza  confusa…trovo le facoltà interessanti ma c’è un "ma" personale…io già non mi sento sicura di poter essere all’altezza dell’università pensa se, capra in materie scientifche, mi senta di poter essere in grado di fare FISIOTERAPIA…lei adduce al fatto che con questo corso si troverebbe lavoro quasi sicuramente dopo la laurea triennale e perciò è una mossa intelligente…anche perchè sembra che il padre abbia conoscenze in proposito….in un primo momento ho trovato l’idea meritevole e quasi mi sentivo convinta finchè, informandomi, ho effettivamente visto che non è una facoltà semplice, anzi…io, con la mia poca predisposizione nelle materie individuate mi sono subito autoesclusa…

…da quì io ho preferito orientarmi verso economia che , seppur non creda sia facile mi sembra (forse) più attuabile per le mie capacità (benchè tra il dire e il fare…)…ma lei ha continuato ad insistere che fisioterapia è meglio…che il lavoro si trova subito e via dicendo…ed è finita quì…con me che non ero convinta ma che,comunque, mi sono lasciata uno spiraglio per sognare…e, comunque, in conflitto tra "cosa mi conviene fare e cosa effettivamente mi interessa"…

…oggi in classe ho saputo che ne ha parlato con un supplente  e ha parlato anche per la mia predilezione di economia…questo professore ha subito detto la sua opinione che, naturalmente, corrispondeva con la visione della mia amica…che era tutta contenta…come se una sola opinione bastasse a fomentare una credenza (seppur credo sia vero che i lavori su medicina e chirurgia sono i più ricercati ma se uno non è portato non può insistere e perdere tempo inutilmente)

la cosa che mi ha dato fastidio è stata questo coinvolgimento di un’altra persona come per cercare una conferma…mi sono sentita una deficiente…tant’è che le ho detto che chi, allora, fino a quel momento aveva scelto la facoltà di economia era un "cretino" o "un’idiota" perchè ha scelto una materia che non ha futuro e che non gli da prospettive…(in tutto questo evidenzio il fatto che è stato il padre a dirgli che tipo di facoltà intraprendere altrimenti lei non so cosa avrebbe scelto)

la mia amica si è offesa…e, anzi, colta sul vivo non è stata nemmeno tanto delicata…dicendomi che a 40 anni, quando prenderei la laurea di economia non avrei nessun lavoro perchè avrebbero scelto una 20enne….solo che se stiamo a guardare  la mia età è considerata ormai out  già da ora ,comunque, nel mondo del lavoro…allora è meglio che mi suicidio da subito @__@ tanto non ho speranze!!!

bah!!! Forse non faccio nulla…lascio tutto così come è…mi prendo il diploma eppoi vado avanti…

 

Annunci