IL CENACOLO

Il cenacolo

Cenacolo

1495-1498

tempera e olio su intonaco; 460 x 880

Milano, Santa Maria delle Grazie, refettorio

Il dipinto si trova nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie, un complesso monastico particolarmente caro a Ludovico il Moro, che ne affidò la ristrutturazione al Bramante. Alla committenza del duca è dovuto anche il Cenacolo: Leonardo lo eseguì, tra il 1495 e il 1497, con una tecnica a secco che purtroppo è stata la prima causa del suo deterioramento. L’Ultima Cena è un tema molto trattato nella pittura del Quattrocento, ma Leonardo si distacca dall’iconografia tradizionale che sceglie il momento della consacrazione del pane e del vino, incentrando il soggetto nel momento più drammatico della narrazione evangelica: Cristo annuncia che sarà tradito da uno dei suoi discepoli suscitando una serie di reazioni psicologiche nei dodici apostoli. Ciò permette a Leonardo di cogliere attraverso una studiatissima tipologia dei movimenti e delle fisionomie i diversi stati d’animo.

 

 

 

 

Annunci